INGRESSO PALAZZO DI GIUSTIZIA VERONA

p

Scheda Progetto

Installazione di un impianto tecnologico esterno finalizzato al controllo degli accessi al Palazzo di Giustizia

Anno: 2008-2010

Luogo: Ex Caserma Mastino, Palazzo di Giustizia, Verona, Italia

Prestazioni: Concept, progetto preliminare, progetto definitivo, progetto esecutivo e direzione lavori

Committente: Comune di Verona

Descrizione

La guardiola di controllo degli accessi del Palazzo di Giustizia di Verona s’inserisce nell’ambito di attuazione del programma di elevazione del servizio di sorveglianza delle sedi giudiziarie italiane.

Si tratta di una scatola di cristallo rivestita da una struttura in acciaio corten, disposta in modo tale da offrire il massimo campo di visuale per il personale preposto alla guardiania, assolvendo la duplice funzione di presidio e di controllo degli accessi.

All’interno troviamo la guardiola centrale ed il duplice passaggio in entrata ed in uscita, dotato di tecnologie per l’accertamento ed il controllo (metal detector, scanner).

L’accesso svolge il suo ruolo con discrezione, quasi si trattasse di una forma archetipica (una soglia, un’architrave…), segnata dallo scorrere continuo del tempo e delle persone. La pavimentazione del cortile d’ingresso, in cubetti di porfido, è incisa da percorsi in pietra veronese che direzionano l’utente verso la soglia dell’edificio.